Microsoft Windows 7
 

Microsoft: Le tipologie di licenza d'uso

Custodian of Records 4 Feb 2017 14:17
> Nei giorni scorsi mi è arrivata una mail contenente un’offerta per
l’acquisto del sistema operativo Windows 7 ad un prezzo molto
conveniente. Andando a leggere in dettaglio, l’offerta prevede la
fornitura del product key e di un Dvd-Rom contenente il sistema
operativo, sia a 32 sia a 64-bit, il suddetto supporto ottico sarebbe
fornito a titolo di omaggio. In base ai commenti lasciati dagli
acquirenti risulta che nella gran parte dei casi essi sono soddisfatti,
mentre altri segnalano che il Dvd-Rom altro non è che un supporto
masterizzato, non prodotto da Microsoft e quindi non originale. Sempre
alcuni acquirenti segnalano che i product key sono scritti nella mail di
risposta del venditore, altri invece li ricevono sotto forma di
etichette autoadesive. Quello che non viene detto è se hanno avuto
problemi al momento dell’attivazione. L’offerta è interessante
considerando che non si trovano più in giro pacchetti di Windows 7 (e
nemmeno di Windows 8/8.1) ma solo di Windows 10 per cui, chi volesse
aggiornare un Pc ancora valido come Ram, processore e ******* disk, avrebbe
tutto l’interesse ad aderire a queste offerte visto che il supporto per
questo sistema operativo proseguirà fino al 2020. Vi chiedo dunque se
tali offerte siano legali e quali rischi si correrebbero. Quello che mi
sconcerta però è la politica commerciale di Microsoft che, anziché
lamentarsi della pirateria dei suoi sistemi operativi, dovrebbe mettere
in commercio versioni di aggiornamento da Windows XP e Vista a Windows 7
a prezzi contenuti, stroncando così i traffici illeciti e favorendo
quanti non possono permettersi un computer nuovo con Windows 10 in
sostituzione di un Pc ancora valido ma con Windows XP o Vista. -Clau*****
Caldognetto

I sistemi operativi di Microsoft sono disponibili in molte versioni,
alcune delle quali sono riservate agli assemblatori di computer, altre
invece possono essere vendute al pubblico. Queste ultime a loro volta si
dividono in licenze legate all’*****ware e pacchetti gestibili in maniera
libera dall’utente. I pacchetti “retail” (destinati all’utente finale)
sono più costosi ma prevedono una serie di caratteristiche aggiuntive,
tra le quali il supporto ottico per l’installazione, l’adesivo con il
product key da applicare sul telaio del computer e anche l’assistenza
tecnica necessaria per portare a termine l’installazione. Le confezioni
Oem (dall’inglese, Original Equipment Manufacturer) non prevedono alcun
tipo di assistenza tecnica, in quanto si dà per scontato che
l’installazione sarà eseguita da personale qualificato. All’ultimo
gradino della graduatoria vi sono le cosiddette licenze Esd. Questa
sigla sta per Electronic Software ******* e si riferisce all’acquisto
di pacchetti tramite c*****e di vendita on-line. Non è quindi previsto
l’invio di un supporto ottico che dovrà invece essere scaricato (e
masterizzato) in proprio dall’utente. Anche l’attivazione di questi
software avviene con product key solitamente inviate tramite posta
elettronica. Come evidenziato dal nostro lettore, le varie possibilità
rendono difficile distinguere i negozi on-line che vendono licenze
“genuine” da eventuali siti fraudolenti. Sebbene non sia possibile
escludere l’utilizzo di marketing aggressivo, in linea generale
bisognerebbe diffidare dalle offerte (non sollecitate) ricevute tramite
posta elettronica. Questi metodi di contatto sono utilizzati più che
altro dai pirati informatici. È sicuramente preferibile rivolgersi a
distributori ufficiali di *****ware e software, individuabili ad esempio
mediante meta-motori di ricerca come www.trovaprezzi.it. Questi
strumenti hanno anche una sezione dedicata alle recensioni dei vari
negozi on-line che consente di verificare se un’attività di vendita
abbia una buona reputazione prima di procedere all’acquisto. Per quanto
riguarda l’aggiornamento da Windows XP o Vista, in linea generale
Microsoft prevede la possibilità di eseguire l’”Upgrade” dei sistemi
operativi, ma solo dalla versione precedente. Fino a poco tempo fa era
in vigore una offerta per passare in maniera del tutto gratuita da
Windows 7 (oppure 8/8.1) a Windows 10. Non essendo più prevista questa
possibilità l’unico modo per aggiornare il sistema operativo è
acquistarne una nuova licenza che comunque non ha un costo tale da
scoraggiare all’acquisto. Concludiamo ricordando che Windows 10, a
differenza dei suoi predecessori, non è più pesante e richiede una
quantità di risorse più o meno equivalente alle versioni precedenti.
Questo lo rende spesso utilizzabile anche per aggiornare configurazioni
*****ware non recentissime. Rimane però da tenere in considerazione il
fatto che una volta attivata la licenza su un *****ware datato, se il
computer in questione si guastasse, non si avrà la possibilità di
continuare ad utilizzare il nuovo sistema operativo su un altro Pc. Ogni
utente dovrà quindi valutare con attenzione il suo caso specifico e
prendere di volta in volta la decisione più appropriata.

[da PC Professionale N311 Febbraio 2017]

Links
Giochi online
Dizionario sinonimi
Leggi e codici
Ricette
Testi
Webmatica
Hosting gratis
   
 

Microsoft Windows 7 | Tutti i gruppi | it.comp.os.win.windows7 | Notizie e discussioni windows7 | Windows7 Mobile | Servizio di consultazione news.